Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_cracovia

PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI EWA BAL SUL TEATRO ITALIANO

Data:

27/02/2018


PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI EWA BAL SUL TEATRO ITALIANO

27 febbraio 2018, ore 18.00

PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI EWA BAL SUL TEATRO ITALIANO

 

Interverranno l’autrice, prof.ssa Ewa Bal (università Jagellonica), la prof.ssa Katarzyna Wozniak (Università Pedagogica), la prof.ssa Karolina Golemo (Università Jagellonica).

 

Dall'Autrice:

Nel mio libro Località e mobilità culturale del teatro. Sulle tracce di Arlecchino e Pulcinella analizzo il teatro italiano e il suo variabile contesto culturale da due prospettive incrociate. Da un lato lo considero come esempio d’arte locale, in quanto esso si riferisce alla lingua, alla memoria, alla storia e alla sensibilità e mentalità di una comunità appartenente ad un concreto luogo o territorio. Dall’altro guardo a questa presunta località del teatro con una sorta di diffidenza, rilevando che gli artisti del teatro - nel loro perenne girovagare- costituivano un veicolo di mobilità culturale (nel senso attribuito a questo termine da Stephen Greenblatt), come per esempio i comici dell’arte nel Seicento e nel Settecento. Quest’ultimi hanno trasmesso oltre i propri confini le rappresentazioni delle proprie comunità locali, mettendole così in discussione attraverso il confronto con i nuovi spettatori. In seguito alcuni elementi dei loro spettacoli rimasti nella memoria del pubblico e delle cronache - testimonianze e „resti” (testi, costumi, iconografia) - hanno viaggiato e cambiato i proprietari o utenti e sono stati soggetti a nuove sorprendenti ed imprevedibili applicazioni, negando alla fine la possibilità di stabilire un profilo culturale nazionale del teatro italiano. Quest’ultimo viene quindi creato piuttosto nell’immaginario del pubblico, sempre diverso a seconda del contesto culturale e del momento storico, anziché da azioni mirate degli stessi artisti.

 

La dr. hab. Ewa Bal è professore associato abilitato presso la cattedra di Performance Studies dell’Università Jagellonica. Dal 2004 al 2008 è stata docente di lingua e cultura polacca e di traduzione letteraria presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”.

Ha conseguito la laurea in discipline dello spettacolo all’università Jagellonica di Cracovia e in lettere all’Università “La Sapienza” di Roma. È stata borsista del Ministero Italiano degli Affari Esteri; ha partecipato al programma di mobilità accademica Erasmus Plus. Vincitrice del Programma per la Traduzione @Poland dell’Istituto Polacco del Libro. È membro dell’International Federation for Theatre Research (IFTR), dell’European Association for Studies of Theatre and Performance (EASTAP) e dell’Associazione Polacca per la Ricerca sul Teatro (PTBT). Ha firmato due monografie: Località e mobilità culturale del teatro. Sulle tracce di Arlecchino e Pulcinella (WUJ 2017) e Corporeità nel dramma. Il teatro di Pier Paolo Pasolini e i suoi possibili continuatori (Ksiegarna Akademicka 2006). Coeditore insieme a Dariusz Kosinski del dizionario Performatyka. Terytoria (WUJ 2017); con Wanda Swiatkowska ha pubblicato gli atti del convegno internazionale Performatyka, performatywnosc, performans. Proby definicji i analizy krytyczne. (WUJ 2017). Ha tradotto in polacco i testi Orgia, Porcile, Pilade.Calderon di P. P. Pasolini (2003, 2007) e molti altri a firma di Annibale Ruccello, Enzo Moscato, Emma Dante, Fausto Paravidino. Ewa Bal è coeditrice e co-traduttrice di Na jeden i kilka glosow (antologia della giovane drammaturgia italiana, per Panga Pank, Krakow 2007) e di Polonia - Nuova generazione (Il Torcoliere, Napoli 2007). Tra i suoi interessi scientifici rientrano le questioni di mobilità culturale, traduzione interculturale, drammaturgia delle minoranze linguistiche e le metodologie di performance studies, translation studies e new historicism.

Informazioni

Data: Mar 27 Feb 2018

Orario: Alle 18:00

Ingresso : Libero


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura di Cracovia

1474